Discorso sul metodo

a sempre amante del mito e della leggenda, dei poemi epici e delle canzoni di gesta, ho creato questo sito Bifröst per condividere la mia passione – la mia follia – con quanti nutrono i miei stessi interessi. Ho voluto offrire agli appassionati una serie di storie poco conosciute, tratte da testi irreperibili; mettere a frutto quei lunghi pomeriggi trascorsi a frugare nelle biblioteche, a cercare nelle librerie, a spulciare nelle bancarelle; dare un senso a quelle meditazioni, quei sogni, quelle suggestioni in cui mi è sempre piaciuto fuggire. La mancanza, nella rete italiana, di un sito approfondito, esaustivo e rigoroso, che potesse diventare un valido punto di riferimento per gli appassionati del mito, mi ha convinto a diffondere parte del materiale che nel corso degli anni si è accumulato nei miei archivi personali.

Altri appassionati si sono uniti al progetto, costituendo una piccola ma validissima Redazione. È soprattutto grazie a loro che Bifröst è cresciuto, è diventato un cult-site e si è conquistato una  piccola fetta di pubblico. Mi sembra ora giusto spiegare ai lettori quali siano i nostri metodi e i nostri traguardi.

Vi sono essenzialmente due modi per trattare temi mitologici, a seconda che si voglia dare al lavoro un impianto narrativo o saggistico. Nel primo caso si creerà una dilettevole antologia di storie antiche, e si potrà decidere se riportare i testi originali nella loro nudità filologica o se elaborarli in forma letteraria, ovvero se privilegiare l'informazione o l'affabulazione. Nel secondo caso gli articoli potranno essere più o meno dettagliati a seconda del pubblico a cui ci si rivolge; si possono riferire semplicemente le conclusioni di altri autori (lavoro di compilazione) oppure portare avanti uno studio personale (lavoro di ricerca).

In Bifröst abbiamo deciso di fare un po' entrambe le cose: riportare sia il racconto, per chi desidera appassionarsi alle vicende degli dèi e degli eroi, sia gli approfondimenti saggistici, per chi giustamente vuole saperne di più. Anche se l'intento è divulgativo, abbiamo stabilito di introdurre diversi livelli di approfondimento. Riteniamo non si debba impedire a chi lo desidera di accedere a un livello più specialistico.

Per la parte narrativa abbiamo, abbiamo riportato i racconti così come sono stati tramandati, cercando di conservare i toni e l'atmosfera originale, senza aggiungere nulla che non sia presente nei testi, pur senza l'obbligo di una stretta aderenza formale. Qualora sia stato necessario ai fini di una migliore esposizione del materiale, ci siamo riservati la libertà di alterare l'ordine degli episodi, inserire piccoli passaggi esplicativi o integrare una vicenda con particolari tratti da un'altra versione della stessa, sempre riportando per ogni singola unità narrativa le fonti di provenienza.

Nostre fonti sono sempre i testi originali o loro accurate traduzioni. Abbiamo stabilito di non prendere in considerazione, a meno che non sia proprio necessario, riscritture o riassunti. Le fonti secondarie, quando consultate, vengono sempre trattate con estrema cautela. In nessun caso vengono qui riportate storie e racconti di cui non siano citate fonti sicure e verificabili.

Per quanto riguarda la saggistica, abbiamo cercato di presentare quadri quanto più accurati dei personaggi mitici e delle storie che li riguardano, documentando le ricorrenze nelle fonti ed esaminandone le varianti attestate. Ci siamo prefissi lo scopo di offrire ai lettori gli strumenti necessari per farsi un'idea precisa di ciò che sappiamo su un mito o un personaggio.

Ci siamo attenuti preferibilmente alle fonti specialistiche, facendo attenzione a distinguere quanto è interpretazione, congettura o invenzione dei vari studiosi. Riteniamo il senso critico uno strumento preziosissimo e imprescindibile, perché non tutto quello che si legge nei libri – anche in quelli più seri – è attendibile. Anzi, desta meraviglia quante interpretazioni sorpassate, superficiali o inaffidabili vengano perpetuate da divulgatori disattenti. A volte, forniremo anche la nostre personali interpretazioni, che il lettore è invitato a confutare liberamente.

Per quanto riguarda roba come esoterismo, neo-paganesimo e archeologia misteriosa, ce ne siamo tenuti ben lontani. Se siete interessati a quella paccottiglia, troverete in libreria montagne di libri che la trattano e troverete in internet siti a bizzeffe. Non ne troverete qui.

Che possiate trovare quello che cercate.

DARIO GIANSANTI
LA REDAZIONE DI BIFRÖST


Aree -  Holger Danske.
Sezioni - Alianora.
A cura della Redazione Bifröst.

Creazione pagina: 08.06.2004
Ultima modifica:
07.01.2012

© BIFRÖST
Tutti i diritti riservati